Palermo Turismo - Tesori d'arte a Palermo
Cappella Palatina- Sito Unesco - Aperta al pubblico
PALATINA CHAPEL - UNESCO SITE - OPEN TO THE PUBLIC




 
 
 
 
 
All‘interno del Palazzo Reale si nasconde un gioiello sorprendente: la Cappella Palatina.  Incoronata lo scorso 2016 dal britannico Daily Telegrapfh come chiesa più bella d‘Italia la chiesa si è classificata 14esima nella classifica delle 23 chiese più belle al mondo.
Costruita in cima alla originaria cappella, designata successivamente come sua cripta, e all‘originario dongione la Cappella Palatina, luogo di culto per la famiglia reale, venne dedicata a San Pietro Apostolo. La Chiesa, consacrata la Domenica delle Palme del 28 aprile 1140, rappresenta la più grande espressione di sincretismo culturale: gli stili islamico, bizantino e latino coesistono, facendo di questo luogo l‘esempio più raffinato di Arte Mediterranea della Sicilia normanna. La Cappella è uno dei monumenti medievali meglio conservati: come testimoniano la decorazione di marmo nell‘opus sectile, mosaico con tessere di marmo, dei pavimenti e delle pareti, i mosaici bizantini del presbiterio e delle navate, i dipinti islamici dei muqarnas, ( volte a forme di alveoli: soluzione decorativa tipica dell‘architettura islamica), l‘antica configurazione del suo interno e la piccola cupola della navata centrale. Gli squisiti mosaici che rappresentano figure bibliche, come pure forme geometriche, animali, danzatori e scene di vita in una corte islamica testimoniano l‘apertura mentale e la multietnicità della corte dell‘epoca.
 
"La figura dominante in tutta la Cappella è il Cristo Pantocratore, l‘Onnipotente, che come detentore della doppia natura divina e umana indossa la tunica oro, colore della divinità, e il manto blu, simbolo dell‘umanità. Con Cristo la divinità si è rivestita di umanità. Con la mano destra, secondo alcuni teorici, benedice, mentre secondo altri intima il silenzio con il caratteristico gesto bizantino ( pollice e anulare uniti).  Con la mano sinistra regge il libro di Gv aperto sulla pagina 8,12 dove si legge,in greco e in latino: " Io sono la luce del mondo, chi segue me non cammina nelle tenebre ma avrà la luce della vita”." ( Fonti: diocesipa- cattedraledicefalù)
 
PER COSTO BIGLIETTO, ORARI , CONTATTI E ALTRO VISITA IL SITO UFFICIALE DELLA FONDAZIONE FEDERICO II
 



 
 

Ultimo aggiornamento di questa pagina: 14-GEN-22
 

Provincia Regionale di Palermo - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed