Torna all'Home Page
Campo di grano   versione testuale
C.A. de Tocqueville, Voyages en Sicile et aux E’tats-Unis, 1857.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Dopo non molto, superate, le lave, ci si trova al centro di un paesaggio incantato che vi sorprenderebbe dovunque, ma che qui in Sicilia addirittura vi rapisce. Vedi continuamente frutteti interrotti da casolari o da graziosi villaggi. Non un palmo di terra che vada perduto. Dovunque un’aria di prosperità e di abbondanza. In quasi tutta la campagna vedo il frumento crescere rigoglioso insieme alla vite e agli alberi da frutto. Mi chiedo donde possa venire tanta fecondità. Attribuirla esclusivamente alla grande ricchezza del suolo non è possibile, giacché tutta la Sicilia, e non soltanto questa zona, è una terra fertilissima ma richiede meno cure di ogni altra terra esistente.

C.A. de Tocqueville

Voyages en Sicile et aux E’tats-Unis, 1857.