Torna all'Home Page
Teatro Bellini, Catania   versione testuale
 
 
 
 
 
 
 

La città di Sant’Agata e di Vincenzo Bellini, si potrebbe chiamare, poiché l’autore della Norma vi è poco men popolare che la Santa gloriosa e soave, patrona sua. Ha il nome di Bellini uno dei più deliziosi giardini pubblici pubblici d’Italia, da cui si vedono l’Etna e il mare; a Bellini è dedicato il Teatro Massimo, che è uno dei più belli d’Euopa; nella piazza maggiore sorge il suo monumento, opera magnifica del Monteverde; in una delle principali vie è segnata d’una lapide la casa dove egli nacque; nel Museo dei Benedettini è conservata la bara nella quale fu trasportata la sua salma, nel 1876, da Parigi a Catania; nella cattedrale, in mezzo alle tombe dei Re e delle Regine, c’è la sua tomba; l’unica a cui sia superflua l’iscrizione.


E. De Amicis

Ricordi di un viaggio in Sicilia,1908.