Torna all'Home Page
Alia   versione testuale

altitudine: 734 m
abitanti: 4.086
webmail: info@comune.alia.pa.it
P.E.C.:     protocolloalia@pec.it
 
 
 
 
 
 
MUNICIPIO
Via Regina Elena n.1 Centralino 091-8210911 Fax 091-8210939
 
 
 
Cenni Storici
 
Paese agricolo situato in forte pendio, fra i suoi prodotti troviamo cereali, olive, legumi, vino e fichidindia. Attivi l'allevamento di ovini, bovini e suini, come anche la produzione casearia. Il nome Alia deriva dall'arabo Alyah che significa alto, elevato.

Nel 1557 il feudo di Alia venne acquistato dallo spagnolo Luca Cifuentes, che lo diede in dote alla figlia Francesca, sposa del marchese di Santa Croce, Pietro Celestri che nel 1615 ottenne dal re Filippo III la licenza per popolare il feudo, licenza divenuta esecutiva nel 1623.

La famiglia Santa Croce si estinse nei primi anni del sec. XIX, ne ebbero il possesso per tutto il secolo i principi di Sant'Elia.

Nel settore monumentale si distinguono la Chiesa Madre o santuario della Madonna delle Grazie, patrona del paese, fondata nel 1639, il Mausoleo di scuola Gagini, il Monumento alla Pace e il Palazzo Guccione in stile liberty della fine dell'800.

Un elemento molto suggestivo nella zona in cui sorge il paese č la montagna retrostante facente parte della catena montuosa delle Madonie, alta 966 metri che viene semplicemente chiamata dai locali A Muntagna.

 
La vera attrattiva del paese si trova a 5 km dall’abitato: le Grotte della Gurfa (5000 a.C.), raro esempio di architettura funeraria rupestre. In tale sito č stata ipotizzata la tomba di Minosse.
 
Per effettuare la visita delle GROTTE DELLA GURFA č necessario contattare l’UFFICIO TURISTICO DEL COMUNE DI ALIA