Torna all'Home Page
 Palermo Turismo » Natura » Itinerari naturalistici 
Itinerari naturalistici   versione testuale
Goditi il Panorama della Natura Incontaminata

Goditi il Panorama della Natura Incontaminata.
Il modo migliore per conoscere un territorio è percorrerlo a piedi. Ed allora incamminati nei dintorni di Monreale alla scoperta dei paesaggi naturalistici offerti dal territorio e scopri ogni minimo dettaglio di queste incredibili bellezze paesaggistiche.
Un'escursione nei dintorni di Monreale, più precisamente nei territori dei comuni di Piana degli Albanesi e di Altofonte, è un'ottima idea in ogni stagione. Gli appassionati di trekking hanno a disposizione un'ampia scelta di sentieri in grado di garantire una gita ben riuscita immersi nella natura incontaminata con tutta la famiglia. Alcune tratte possono essere percorse in bicicletta o a cavallo, la ricompensa è sempre un panorama incantevole.
 
1. Sentiero del Ladrone
Puntodi partenza: Chiesa della Madonna Odigitria Lunghezza: 3 Km
Tempo dipercorrenza: 1h 20m
Difficoltà facile: a piedi e a cavallo
Difficoltà media: in bici
Partendo dal paese di Piana degli Albanesi si imbocca il sentiero ubicato vicino alla chiesetta della Madonna di Odigitria, che consente la salita lungo il versante meridionale della riserva conducendo in località Portella del Garrone.
Poco prima di giungere a destinazione, il sentiero fiancheggia una zona rimboschita che ospita l'accesso alla Grotta del Garrone. Giunti successivamente alla Portella del Garrone è possibile godere di un favoloso panorama che consente di osservare il versante settentrionale dell’area protetta, con il complesso montuoso denominato Serre Frassino ed il Vallone delle Neviere.
 
2. Sentiero di Norina
Punto di partenza: Cappella della Madonna Addolorata
Lunghezza: 5 Km
Tempo di percorrenza:1h 5Om
Difficoltà facile: a piedie a cavallo
Difficoltà media: in bici
Da Piana degli Albanesi si raggiunge un sentiero, di media difficoltà, che partendo dalla località Xaravuli consente una salita tra boschi e rocce calcaree fino ad arrivare ad un punto di osservazione da dove si può ammirare un panorama mozzafiato del centro abitato sottostante ed il suo lago, delle creste di Rocca Busambra e di Monte San Calogero. Nelle belle giornate è inoltre possibile scorgere la catena montuosa delle Madonie e la cima innevata dell'Etna.
 
3. Sentiero della Pizzuta
Punto di partenza: Portella della Ginestra Lunghezza: 4 Km
Tempo di percorrenza: 2h (compresa visita in grotta)
Difficoltà media: a piedi
Difficoltà difficile: in bici ed a cavallo
 
Il punto di partenza di questo percorso è lo spiazzale di Portella della Ginestra (dove è possibile lasciare l'auto) da dove si segue una strada campestre che si addentra nel versante meridionale della riserva dalla quale, durante la marcia, è possibile osservare il Monte Maja e Pelavet (conosciuto come "La montagna dei cavalli"). Dopo avere attraversato un'area a rimboschimento si raggiungerà un sentiero segnato da tabelle che, dopo circa un chilometro di marcia, condurrà a Portella delle Neviere, base di partenza per la risalita verso la cresta della Pizzuta.
 
4. Sentiero delle Neviere
Dallo scorrimento veloce Palermo-Sciacca, uscire allo svincolo di Giacalone e raggiungere il versante settentrionale della Riserva.
Proseguire in direzione Poggio San Francesco sino ad una cancellata rossa, posta a circa due chilometri dal santuario, dalla quale parte una strada di campagna che risale la montagna sino a giungere la località Strasatto - Ginestra. Dopo avere lasciato l'auto in prossimità dell'abbeveratoio della Targia, è possibile seguire la segnaletica del sentiero Italia, attraversando la vallata settentrionale del complesso montuoso. Il percorso risulta essere molto interessante a livello naturalistico, è infatti possibile osservare il Corvo imperiale, l'Aquila del Bonelli, il Gheppio e se si è parecchio fortunati anche l'Aquila reale.
 
 
 
5. Sentiero del Pozzillo
Questo itinerario, di notevole interesse naturalistico, per i paesaggi le splendide fioriture erbacee ed arbustive che si alternano in primavera nel sottobosco come il Pungitopo o il Ciclamino, parte dalla periferia del paese di Altofonte e attraversa un'area boschiva di conifere.
Dopo una dura marcia in salita si giunge a Portella Pozzillo, da dove potere godere di un maestoso panorama che domina la Conca d'Oro, la città di Palermo ed il complesso montuoso che la circonda.
 
 
 
 
 
6. Sentiero Argomezet
Da Piana degli Albanesi, percorrendo la strada che porta al paese di Altofonte, si incontra sulla sinistra un cancello della Forestale che da accesso ad un sentiero panoramico, da percorrere a piedi, che dopo circa 600 metri consente di raggiungere un'area boschiva costituita prevalentemente da conifere. In prossimità di quest'area verde ci si imbatte in un trivio dove sarà necessario proseguire per la strada di campagna posta a sinistra che, dopo cirea m. 700, consente di raggiungere i magazzini Argometez (centro visite). Il sentiero, per via della copertura arborea, è particolarmente indicato nelle calde giornate estive.