Torna all'Home Page
 Palermo Turismo » Tesori d'arte a Palermo » Castelli » Castelbuono - Castello di Castelbuono - Aperto al pubblico  
Castelbuono - Castello di Castelbuono - Aperto al pubblico    versione testuale
*CASTELBUONO CASTLE - OPEN TO THE PUBLIC

 
 
 
 

Fondato nel 1316 sul colle di S. Pietro dal Conte Francesco I° Ventimiglia il castello nasce su una preesistente torre di guardia,  molto probabilmente antecedente il 1100, e oggi si presenta con quattro torri angolari più una torre cilindrica tipica della architettura angioina Nel 1450 Giovanni I Ventimiglia promosse Castelbuono allo status di capitale dello stato dei Ventimiglia, la cittadina divenne la sede del marchesato e la struttura del castello subì delle trasformazioni. Nel 1454 l'antica reliquia di Sant'Anna, patrona di Castelbuono, insieme all'intera Corte feudale dalla vicina Geraci si trasferì qui. In una preziosa ed artistica urna d'argento è custodito il Sacro Teschio di S.Anna, oggetto di grandiosi festeggiamenti che si svolgono ogni anno dal 17 al 27 luglio.

Fu solo nel 1500 che il castello venne trasformato in una prestigiosa residenza. Nel 1684 Francesco Rodrigo Ventimiglia commissionò la realizzazione degli stucchi della nuova cappella palatina ai fratelli Giuseppe e Giacomo Serpotta, quest'ultimo considerato il più grande stuccatore d'Europa. I lavori furono ultimati 3 anni dopo. Sul finire del secolo cominciò il declino della prestigiosa famiglia dei Ventimiglia. Tra il 1818 e il 1819 il terzo piano del castello fu distrutto da una serie di terremoti e l'intera struttura venne compromessa. Nel 1920 grazie ad un diligente consigliere comunale, " mastru Iachini Bruno che organizzò una raccolta di denaro tra i cittadini, il vecchio castello dei Ventimiglia, messo intanto all'asta dai liquidatori della famiglia Ventimiglia, fu aggiudicato al Municipio cittadino. Nelle sale restaurate del Castello è ospitato il Museo Civico che raccoglie interessante materiale preistorico e di storia naturale delle Madonie. Trattasi di  armi in pietra levigata, di  multispecie di coleotteri, lepidotteri e flora collezionati dallo scienziato castelbuonese Francesco Minà Palumbo. In un settore a parte sono custoditi i reperti archeologici della necropoli di Bergi.

Orari di apertura

Per l'orario si consiglia di visitare la pagina ufficiale : clicca qui 

Contatti tel. 0921 67 12 11 - 0921-67 7126

Biglietto: clicca qui

*ENGLISH 

Castelbuono's castle was founded in 1316. It is one of the few medieval castles in Sicily to have its foundation year, as well as its fouder's name – Francesco I Ventmiglia – engraved on a plate. Its first function in medieval times was to defend. The castle was built on a pre-existent south – west facing watchtower, that is likely to date back to before 1100.

In 1450 Giovanni I Ventimiglia promoted Castelbuono to the status of "dominant" town, making it the Ventimiglias' capital. Since it became the seat of the marquis e the castle's structure started to change. Then, in 1454, the ancient relic of St Anna, along with the whole feudal court, was moved here from Geraci. However it was only in 1500 that the castle was turned into a prestigious residence.

 In 1684 Francesco Rodrigo Ventimiglia commissioned the creation of the stuccos of the new Palatine Chapel to the Serpotta brother. The works lasted three years. In this way, the last magnificent era of the Ventimiglia family, which began in 1632 when Castelbuono was promoted to, came an end.

Along with the decline of the family, in 1818 and 1819 the third floor of the castle was destroyed by a series of earthquakes, and the whole structure was dameged. In 1920, thanks to a diligent town councillor " mastru Iachinu Bruno" , who organized a collection of money among the town's citizens, the Ventimilias' od castle – which had been put up for auction by the liquidator of the family heirs – was  awarded to the municipality.  

TIMETABLE ;  click here

Contact: tel. 0921 67 12 11 - 0921-67 7126 . Ticket.

Fonte : brochure MUSEO CIVICO
Foto cappella: galleria sito web museo civico